Al termine dell`incontro tra Governo e sindacati sul taglio del cuneo fiscale, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha sottolineato come si sia avviato “un percorso importante, disegnando i contorni di un intervento che porterà più soldi nella busta paga di 16 milioni di lavoratori” Fisco, Catalfo: bene tavolo sindacati, a studio altri interventi

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3456 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 1718192021 22
23 2425262728 29

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SINDACATI E GOVERNO

Fisco, Catalfo: bene tavolo sindacati, a studio altri interventi


"Oggi insieme ai sindacati abbiamo avviato un percorso importante, disegnando i contorni di un intervento che porterà più soldi nella busta paga di 16 milioni di lavoratori". Lo afferma il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, al termine dell`incontro che si è svolto a Palazzo Chigi tra Governo e sindacati sul taglio del cuneo fiscale.

"Misure in favore degli incapienti e contrasto alla stagnazione salariale - spiega il Ministro - sono priorità mie e di tutto il Governo. Proprio in questo senso, oltre al taglio del cuneo fiscale, stiamo studiando interventi importanti come il salario minimo dando efficacia erga omnes alla parte salariale dei CCNL comparativamente più rappresentativi eliminando la concorrenza al ribasso fra i lavoratori, il contrasto al part time involontario che colpisce soprattutto le donne, una detassazione dei rinnovi contrattuali e, ultima ma non meno importante, una riforma del sistema fiscale, soprattutto l`Irpef, da cui traggano reale beneficio anche i pensionati. Il 27 al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali continueremo il confronto con i sindacati per realizzare una riforma delle pensioni improntata su una maggiore equità e flessibilità", conclude Catalfo.

L'ipotesi per ridurre le tasse ai lavoratori, illustrata dal governo al tavolo con i sindacati a palazzo Chigi, sarebbe un taglio del cuneo fiscale pari a 100 euro al mese per i redditi fino a 28mila per scendere gradualmente a 80 euro per chi guadagna 35mila euro. Oltre questa soglia ci sarebbe una riduzione a scalare fino ad azzerarsi a 40mila euro di reddito. Gli attuali beneficiari del bonus Renzi avrebbero, quindi, 80 euro in più.

e.g.


17 Gennaio 2020
Powered by Adon