"Atto gravissimo, fermare subito i soci. Politica finora assente". Così in una nota unitaria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti dopo la messa in liquidazione della compagnia aerea Air Italy, sindacati: governo trovi soluzione, a rischio 1.500 lavoratori

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TRASPORTO AEREO

Air Italy, sindacati: governo trovi soluzione, a rischio 1.500 lavoratori


Per la vicenda Air Italy "la politica, finora irresponsabilmente assente, deve intervenire con i soci per fermare questo atto gravissimo". Lo affermano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti dopo la messa in liquidazione della compagnia aerea. Più volte "abbiamo scritto e sollecitato i ministeri competenti e i presidenti di Lombardia e Sardegna, rimanendo inascoltati. Ora il governo trovi una soluzione immediata per i lavoratori di Air Italy".

"Con la liquidazione - spiegano i sindacati - sono circa 1.500 i lavoratori a rischio per i quali non abbiamo certezza degli ammortizzatori, in quanto il fondo del trasporto aereo non è stato rifinanziato. In tutti i casi gli azionisti di Air Italy nel 2016 avevano assunto impegni ben precisi, di sviluppo e rilancio, che hanno disatteso nel tempo e non può certo bastare una lettera ai lavoratori che non ne hanno responsabilità, per uscire dal pasticcio. In altre parole, non è possibile che un vettore chiuda dall'oggi al domani disattendendo l'accordo con ministeri e sindacati".

"Alla luce - sottolineano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - di questa gravissima situazione diventa ancora più necessaria la nostra mobilitazione del 25 febbraio di tutto il settore, cui seguiranno altre iniziative se non avremo risposte certe e veloci su Air Italy e sulle crisi delle aziende del settore, che comprende anche quella di Alitalia e di Ernest Airlines. Serve avviare una sede di confronto permanente sulle crisi del settore del trasporto aereo".

"Così come il nostro grido di allarme su Air Italy - aggiungono i sindacati - oggi si è dimostrato purtroppo fondato, che la politica si scrolli dalla indifferenza che l'ha contraddistinta finora, perchè tutto il settore del trasporto aereo è a rischio collasso".

TN


11 Febbraio 2020
Powered by Adon