Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SENATO

Commissione Lavoro, previdenza sociale (I lavori della settimana)



*159ª e 160ª seduta: martedì 18 febbraio 2020, ore 12,30 e 14
161ª seduta: mercoledì 19 febbraio 2020, ore 8,45
162ª seduta: giovedì 20 febbraio 2020, ore 8,45


ORDINE DEL GIORNO

PROCEDURE INFORMATIVE


I. Audizione del professor Alessandro Cicolin in relazione all'affare assegnato riguardante la salute e la sicurezza del personale del comparto ferroviario (n. 149)

II. Interrogazione

IN SEDE CONSULTIVA SU ATTI DEL GOVERNO


Seguito dell'esame, ai sensi dell'articolo 139-bis del Regolamento, dell'atto:
Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2017/159 del Consiglio, del 19 dicembre 2016, attuativa dell'accordo relativo all'attuazione della Convenzione sul lavoro nel settore della pesca del 2007 dell'Organizzazione internazionale del lavoro, concluso il 21 maggio 2012, tra la Confederazione generale delle cooperative agricole nell'Unione europea (Cogeca), la Federazione europea dei lavoratori dei trasporti e l'Associazione delle organizzazioni nazionali delle imprese di pesca dell'Unione europea (Europêche) Relatrice alla Commissione CAMPAGNA
(Previe osservazioni della 5ª, della 9ª, della 10ª e della 14ª Commissione)
(Parere al Ministro per i rapporti con il Parlamento, ai sensi dell'articolo 26 della legge 4 ottobre 2019, n. 117)

(n. 154)

IN SEDE CONSULTIVA


I. Esame dell'atto:
Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2013/59/EURATOM, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell'articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117 - Relatore alla Commissione AUDDINO
(Osservazioni alla 12ª Commissione)

(n. 157)

II. Seguito dell'esame del disegno di legge:
Conversione in legge del decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente Relatore alla Commissione LAFORGIA
(Parere alla 6a Commissione)

(1698)
IN SEDE REDIGENTE


I. Discussione del disegno di legge:
Simona Nunzia NOCERINO ed altri. - Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare Relatrice alla Commissione GUIDOLIN
(Pareri della 1ª, della 5ª, della 6ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(1461)

II. Discussione congiunta dei disegni di legge:
1. NANNICINI ed altri. - Modifiche alla legge 11 febbraio 1980, n. 18, ed introduzione di un ulteriore assegno personale di cura per le persone con disabilità
(Pareri della 1ª, della 5ª, della 6ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(973)

2. Annamaria PARENTE ed altri. - Modifica all'articolo 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118, concernente l'assegno mensile in favore degli invalidi civili
(Pareri della 1ª e della 5ª Commissione)

(531)

3. Roberta TOFFANIN ed altri. - Modifica della legge 11 febbraio 1980, n. 18, in materia di indennità di accompagnamento per gli invalidi civili ricoverati in ospedale
(Pareri della 1ª, della 5ª e della 12a Commissione)

(1181)

- Relatore alla Commissione NANNICINIIII. Seguito della discussione congiunta dei disegni di legge:
1. PATRIARCA ed altri. - Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno dell'attività di cura e assistenza familiare
(Pareri della 1ª, della 5ª, della 6ª, della 7ª, della 10ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(55)

2. Vanna IORI e Assuntela MESSINA. - Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno dell'attività di cura e assistenza
(Pareri della 1ª, della 2ª, della 5ª, della 6ª, della 7ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(281)

3. Simona Nunzia NOCERINO ed altri. - Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare
(Pareri della 1ª, della 5ª, della 6ª, della 7ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(555)

4. FARAONE ed altri. - Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno dell'attività di cura nonché per il sostegno della conciliazione tra attività lavorativa e attività di cura e di assistenza
(Pareri della 1ª, della 2ª, della 3ª, della 5ª, della 7ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(698)

5. DE VECCHIS ed altri. - Norme in materia di caregiver familiare
(Pareri della 1ª, della 2ª, della 3ª, della 5ª, della 6ª, della 7,ª della 10ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(853)

6. LAUS. - Norme in materia di priorità delle prestazioni domiciliari per le persone non autosufficienti
(Pareri della 1ª, della 5ª e della 12ª Commissione)

(868)

7. Roberta TOFFANIN ed altri. - Disposizioni in materia di caregiver familiare
(Pareri della 1ª, della 3ª, della 5ª, della 6ª, della 10ª, della 12ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

(890)

Relatrice alla Commissione GUIDOLIN


INTERROGAZIONE ALL'ORDINE DEL GIORNO


PITTELLAPATRIARCA - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. -

Premesso che:

l'articolo 1, comma 283, della legge di bilancio per l'anno 2019 (legge n. 145 del 2018) ha previsto la stabilizzazione, a decorrere dal 1° gennaio 2019, delle disposizioni relative all'indennizzo per la cessazione dell'attività commerciale, introdotte dal decreto legislativo n. 207 del 1996 e rimaste finora di natura temporanea e oggetto di varie proroghe nel corso degli anni;

l'indennizzo per la cessazione dell'attività commerciale è riconosciuto, in base a quanto previsto dal decreto legislativo, ai soggetti che, alla data di presentazione della domanda, abbiano più di 62 anni (se uomini) o più di 57 anni (se donne), e che siano stati iscritti, al momento della cessazione dell'attività, per almeno 5 anni, in qualità di titolari o coadiutori, nella gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli esercenti attività commerciali presso l'INPS;

l'articolo 1, comma 284, della legge di bilancio per l'anno 2019 ha altresì precisato che, qualora dal monitoraggio emerga il mancato conseguimento dell'equilibrio tra contributi e prestazioni, con specifico decreto interministeriale verrà adeguata l'aliquota contributiva e, in caso di mancato adeguamento, l'INPS non potrà riconoscere ulteriori prestazioni;

considerato che:

l'indennizzo per la cessazione definitiva dell'attività commerciale è finanziato con il "Fondo degli interventi per la razionalizzazione della rete commerciale", istituito presso l'INPS, che opera mediante contabilità separata nell'ambito della gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli esercenti attività commerciali;

molti commercianti, a seguito dell'approvazione definitiva della legge di bilancio per l'anno 2019 e dopo aver cessato la propria attività, hanno presentato domanda, presso la sede INPS territorialmente competente, per accedere ai benefici della "rottamazione delle licenze commerciali", ma non hanno ricevuto, al momento, alcuna risposta dall'Istituto;

attualmente le novità introdotte dall'articolo 1, commi 283 e 284, della legge di bilancio non trovano applicazione a causa dell'assenza di provvedimenti attuativi o di una circolare esplicativa INPS che renda l'indennizzo effettivamente fruibile per i soggetti che ne fanno richiesta;

gran parte dei soggetti interessati dalle misure non comprendono le ragioni della mancata adozione dei provvedimenti attuativi da parte del Ministro del lavoro e delle politiche sociali competente in materia e dell'INPS, che rendono di fatto non esigibile il beneficio spettante previsto dalla legge di bilancio per l'anno 2019,

si chiede di sapere quali iniziative il Ministro in indirizzo intenda intraprendere al fine di velocizzare l'emanazione dei provvedimenti attuativi necessari per rendere pienamente esigibile l'indennizzo per la cessazione di attività commerciale previsto dall'articolo 1, commi 283 e 284, della legge di bilancio per l'anno 2019.

(3-00854)




17 Febbraio 2020
Powered by Adon