Per il leader della Cgil, Maurizio Landini, i sindacati si aspettano “a breve una convocazione per fare il punto sulle discussioni in atto e capire prima del Def se le nostre rivendicazioni hanno o meno una risposta” Cgil, Landini: risposte del governo su fisco-pensioni-crisi arrivino prima del Def

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

LAVORO

Cgil, Landini: risposte del governo su fisco-pensioni-crisi arrivino prima del Def


Correlati

"Il senso della nostra azione oggi è che entro aprile deve essere definito il nuovo Def. Per la richiesta di incontro con Conte rivendichiamo che si avvii una fase di riforme e cambiamenti veri". E' quanto sottolineato dal leader della Cgil, Maurizio Landini, al termine delle segreterie unitarie delle tre confederazioni e in merito alla lettera inviata al presidente del consiglio, Giuseppe Conte, per istituire una cabina di regia per gestire le crisi industriali e di settore e fare un punto politico sui tavoli su fisco, pensioni e investimenti.

"Per la riforma fiscale si devono trovare le risorse con una lotta all'evasione - ha detto Landini - ma è anche importante che in questi mesi si sblocchino i cantieri. Chiediamo che parta una cabina di regia per confrontarsi con i sindacati e coordinare i vari ministeri. Pensioni e fisco sono due punti essenziali di cambiamento. Ci aspettiamo a breve una convocazione per fare il punto sulle discussioni in atto e capire prima del Def se le nostre rivendicazioni hanno o meno una risposta". Landini ha inoltre affermato che lo "stesso messaggio" è rivolto a Confindustria per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro.

E.G.


17 Febbraio 2020
Powered by Adon