"Whirlpool Emea e Chieri Italia si facciano carico di situazione". Lo chiedono Fim, Fiom e Uilm di Torino Ex-Embraco, sindacati: a rischio Cig per 400 lavoratori

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2345 6
7 8910 1112 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ELETTRODOMESTICI

Ex-Embraco, sindacati: a rischio Cig per 400 lavoratori


"Dal mese di aprile i lavoratori della ex Embraco di Riva di Chieri rischiano di vedersi sospeso il pagamento della cassa integrazione. Oltre ai ritardi già segnalati nell'erogazione degli stipendi di novembre, dicembre e della tredicesima, che tuttora non sono stati versati, il recesso contrattuale dello studio che si occupava di produrre i listini paga per la società Ventures rischia di bloccare i pagamenti degli ammortizzatori sociali". Lo hanno denunciato Fim, Fiom e Uilm di Torino, che hanno richiamato "Whirlpool Emea e Chieri Italia (società che fa capo a Whirlpool Latin America) alla propria responsabilità sociale nei confronti dei 400 lavoratori", chiedendo "alle due aziende di farsi carico della situazione in modo da trovare una soluzione nel più breve tempo possibile".

"In una fase delicata come quella che sta attraversando il Paese, è inaccettabile che i lavoratori ex Embraco e le loro famiglie rimangano senza alcuna fonte di sostentamento", hanno concluso i sindacati.

TN


31 Marzo 2020
Powered by Adon