Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl TA chiedono lo sblocco della situazione e il raggiungimento di un accordo per garantire tutele e stipendio Cigs Alitalia, sindacati: sbloccare subito l’inerzia del sistema ministeriale

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 1213 1415 16
17181920 212223
2425262728 29 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TRASPORTO AEREO

Cigs Alitalia, sindacati: sbloccare subito l’inerzia del sistema ministeriale


“La riunione di oggi in conference call con il ministero del lavoro sulla cassa integrazione Alitalia ed Alitalia Cityliner per un totale di circa 6.800 lavoratori di terra e di volo, non ha ancora portato ad un esito positivo e pertanto proseguirà il 10 aprile”. A dichiararlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl TA, che proseguono:

“Come Organizzazioni sindacali, consapevoli del grave momento a seguito del Cov-19 che attraversa tutto il paese ed il trasporto aereo, abbiamo forte la volontà di attivare tutte le tutele per garantire occupazione e salari e siamo disponibili a giungere ad un accordo al più presto, perché i lavoratori non possono essere privati dell’integrazione del reddito.

“Tuttavia, il Ministero deve assumersi le proprie responsabilità, mettendo mano immediatamente ai blocchi di carattere burocratico, per superare gli ostacoli che, ancora oggi, hanno reso impossibile a 5.000 lavoratori  di percepire le integrazioni salariali già a partire dal mese di ottobre 2019. L’inerzia del sistema in questo momento non è più accettabile e i lavoratori hanno bisogno di risposte subito”.

TN


03 Aprile 2020
Powered by Adon