Oltre il 92% delle banche in Italia, in termini di totale attivo, aderisce alla convenzione Abi per l'anticipazione della cassa integrazione in deroga previsti nel decreto Cura Italia rispetto al momento di pagamento dell'Inps Abi, dal 92% banche ok anticipo Cig per lavoratori

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 1213 1415 16
17181920 212223
2425262728 29 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CREDITO

Abi, dal 92% banche ok anticipo Cig per lavoratori


Correlati

Oltre il 92% delle banche in Italia, in termini di totale attivo, aderisce alla convenzione Abi che consente ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell'emergenza coronavirus "di ricevere dalle banche un'anticipazione dei trattamenti ordinari di integrazione al reddito e di cassa integrazione in deroga previsti nel decreto Cura Italia rispetto al momento di pagamento dell'Inps".

L'associazione bancaria "ha concordato modalità semplificate per erogare l'importo dell'anticipazione (1.400 euro), tenuto conto della durata massima dell'integrazione salariale (nove settimane) definita dal decreto Cura Italia, in considerazione dei bisogni immediati dei lavoratori sospesi dal lavoro".

La convenzione "favorisce anche la gestione delle pratiche da remoto, così da limitare l'accesso in filiale alle esigenze indifferibili, in coerenza con quanto concordato tra l'Abi e i sindacati dei bancari Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin il 24 marzo".

Per questo, aggiunge Palazzo Altieri, "si raccomanda che i lavoratori interessati si rivolgano per telefono alla propria banca in modo che non sia necessario andare in filiale per ricevere l'importo sul conto corrente".

E.G.


08 Aprile 2020
Powered by Adon