Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Ocse, nel primo trimestre il Pil scende dell'1,8%


Le misure di contenimento del Covid-19 prese in tutto il mondo hanno causato una caduta del Pil nel primo trimestre dei paesi dell'area Ocse dell'1,8%. Questa la stima previsionale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico che spiega come si tratti della caduta più marcata dalla contrazione del Pil del 2,3% registrata nel primo trimestre del 2009 nel pieno della crisi finanziaria.

Va peggio tra i paesi maggiori per Italia e Francia dove il lockdown è stato non solo più stringente ma è iniziato anche prima: il calo del Pil è del 4,7% per l'Italia e del 5,8% per la Francia rispetto allo - 0,1% e allo - 0,3% del trimestre precedente. In Canada il calo è stato del 2,6%, in Germania del 2,2% e in Gran Bretagna del 2% rispetto a un +0,1% del Canada nel trimestre precedente e a un - 0,1% per la Germania contro un trimestre precedente piatto per Uk. In generale nell'area Euro e nell'Unione europea la flessione secondo l'Ocse è stata comunque più marcata con rispettivamente un - 3,8% e un - 3,3% rispetto a un + 0,1% e a un + 0,2% del trimestre precedente.

Secondo l'Ocse negli Stati Uniti, dove molti stati hanno introdotto le misure cosiddette 'stay-at-home' alla fine di marzo la contrazione del Pil è stata meno drastica con un - 1,2%

In Giappone dove le misure di contenimento sono state meno stringenti il Prodotto interno lordo si è contratto nel primo trimestre dello 0,9% rispetto al - 1,9% del trimestre precedente.

Il Pil dell'area Ocse su base annua invece è diminuito dello 0,8% nel primo trimestre del 2020 seguendo a una crescita dell'1,6% nel precedente trimestre 5.4%.

TN


26 Maggio 2020
Powered by Adon