Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
5 6789 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

FERROVIE

Sindacati, a 10mila addetti in appalto non è stata ancora erogata la Cassa integrazione


"In mancanza di misure urgenti per lo sblocco dei pagamenti delle prestazioni previste dagli ammortizzatori sociali con causale Covid-19 per i lavoratori degli appalti ferroviari si rischia la paralisi del settore". È quanto denunciano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa Ferrovie in occasione della riunione della sede di partecipazione e consultazione tra Gruppo Fs Italiane e organizzazioni sindacali sottolineando "la centralità del Gruppo e dei vari committenti come responsabili in solido per gli stipendi non pagati dalle aziende appaltatrici dei servizi ferroviari".

"Sono circa 22 i verbali di esame congiunto per Cigo, Cigd e Fis - evidenziano le organizzazioni sindacali dei trasporti - sottoscritti con società di pulizie a terra e a bordo treno, ristorazione (clean service), accompagnamento notte, logistica, pulizia stazioni e assistenza ai disabili che prevedono il pagamento diretto da parte dell'Inps e che coinvolgono una platea di circa 10 mila lavoratori".

"Le criticità strutturali del settore a causa di gare al massimo ribasso e per l'eccessiva frammentazione dei lotti, con crisi aziendali precedenti all'emergenza sanitaria, per cui si registravano ritardi nei pagamenti degli stipendi - proseguono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa Ferrovie - si aggiungono alla crisi di liquidità delle aziende che non anticipano il trattamento di integrazione salariale".

"In assenza di risposte urgenti - affermano infine le sigle sindacali dei trasporti - sarà inevitabile la mobilitazione di tutto il settore".


28 Maggio 2020
Powered by Adon