Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
4 56 7 8 910
11 12 13 1415 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SANITA'

Sanità privata, sindacati: situazione vergognosa, sostegno a scioperi ed Enac


"Sosteniamo gli scioperi della sanità privata e dell`Enac. Mobilitazioni delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici che puntano a contrastare scelte datoriali che penalizzano il mondo del lavoro". A sottolinearlo è il segretario confederale della Cgil, Tania Scacchetti.

Per la dirigente sindacale "quanto stanno vivendo gli operatori della sanità privata è vergognoso. È scandaloso infatti che le associazioni imprenditoriali, dopo 14 anni, si rifiutino di ratificare un'intesa già raggiunta per rinnovare il contratto collettivo nazionale".

Inoltre, il segretario confederale ricorda le ragioni dello sciopero Enac: "Contro la trasformazione in Ente pubblico economico (Epe) e contro qualunque tentativo di privatizzare l`unica autorità pubblica dell`aviazione civile in Italia.
Un'operazione - sottolinea la dirigente sindacale - che rischia di compromettere il funzionamento e i compiti di controllo di un Ente fondamentale per il Paese in favore di un interesse alla commercializzazione dei servizi".

"Questa tendenza - continua - si scontra con l'idea, sostenuta con forza dalla nostra organizzazione, secondo cui il pubblico debba essere rafforzato per divenire più efficace, e che non serva inseguire la logica del privato per garantire meglio i servizi".

Per Scacchetti "ancora una volta si decide di riformare settori importanti del nostro Paese senza coinvolgere chi in quei settori lavora quotidianamente". "Siamo oggi a fianco dei lavoratori e delle lavoratrici e - conclude la segretaria confederale della Cgil - chiediamo al Governo e alle associazioni datoriali di rispondere positivamente alle nostre richieste e rivendicazioni".

Sostegno anche da parte del segretario generale della Cisl Annamaria Furlan: "Pieno sostegno ai lavoratori della sanità privata che oggi scioperano in tutta Italia per il diritto ad un contratto nazionale scaduto da tanti anni. Sono lavoratori di un settore in prima linea contro il Covid-19 che meritano le giuste tutele e più rispetto dai datori di lavoro".

Infine, per il segretario confederale Uil, Domenico Proietti, il sindacato "è al fianco di tutti i lavoratori della sanità privata che oggi scioperano per il rinnovo del contratto. Dopo 14 anni di attesa la misura è colma. Occorre procedere immediatamente alla firma della preintesa raggiunta nelle scorse settimane. I lavoratori della sanità privata. come i lavoratori di quella pubblica, sono stati in primissima linea, in questi mesi drammatici, - conclude il sindacalista - per garantire la salute di tutti i cittadini italiani. Non ci possono essere più alibi da parte di nessuno".


E.G.


16 Settembre 2020
Powered by Adon