Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
456 78 910
11121314151617
181920212223 24
2526272829 3031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

IMPRESE

Il Covid ha imposto un salto di qualità per il welfare aziendale


La crisi del Covid ha fatto fare un salto in avanti al welfare aziendale e ha mostrato come le imprese più attive su questo fronte siano state più in grado di reagire all'emergenza.

E' quanto emerge dal Rapporto 2020 - Welfare Index PMI, elaborato da Generali in collaborazione con Cerved, che ha messo in evidenza come quest'anno per la prima volta le imprese attive nel welfare aziendale abbiano superato il 50% del totale con il 78,9% che ha confermato le iniziative di welfare in corso e il 27,7% che ne ha introdotte di nuove o ha potenziato quelle esistenti.

Il Welfare Index PMI, alla quinta edizione, è stato elaborato sulla base di oltre 6.500 interviste, e ha portato ad individuare quest'anno 78 imprese Welfare Champion, rispetto alle 11 della prima edizione del 2016, che saranno premiate oggi dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

Con l'esplosione della crisi Covid, evidenzia la ricerca, l`80% delle PMI ha dato materiali e fornito informazioni di tipo sanitario ai lavoratori mentre il 12% delle imprese ha attivato canali di supporto e servizi di consulto medico e assistenza sanitaria a distanza. Il 26,4% ha anche attuato iniziative aperte alla comunità esterna e di sostegno al sistema sanitario nazionale.

Contestualmente il rapporto mostra come il 91,6% delle PMI ha acquisito maggiore consapevolezza della centralità della salute e della sicurezza dei lavoratori e oltre il 70% ha affermato che in futuro il welfare aziendale avrà maggior rilievo. Infine, il 65% ha dichiarato che l`azienda contribuirà maggiormente alla sostenibilità del territorio in cui opera.

Al netto del Covid, l'analisi sui bilanci dell`ultimo biennio di oltre 3.000 imprese, conferma che quello in welfare aziendale resta un investimento che fa crescere l`impresa in termini di produttività e occupazione.

In generale le imprese più attive nel welfare aziendale registrano una produttività maggiore del 59,9% rispetto a quelle che non vi ricorrono e una soddisfazione dei lavoratori maggiore del 65,9%.

TN


22 Settembre 2020
Powered by Adon