Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
456 78 910
11121314151617
181920212223 24
2526272829 3031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

COMMERCIO

Istat, ad agosto l’export extra Ue scende dello 0,3%, l’import sale del 5,1%


Ad agosto 2020 si stima, per l'interscambio commerciale con i paesi extra Ue27 , una lieve diminuzione congiunturale per le esportazioni (- 0,3%) e un forte aumento per le importazioni (+ 5,1%). Su base annua l'export cala dell'11,7% mentre l'import scende del 16,4%. Lo ha reso noto l'Istat.

La lieve flessione su base mensile dell'export è sintesi di dinamiche differenziate: in calo le vendite di energia (- 19,6%), beni di consumo non durevoli (- 1,6%) e beni strumentali (- 1,3%), in aumento quelle di beni di consumo durevoli (+ 7,0%) e beni intermedi (+ 2,2%). Dal lato dell'import, l'incremento congiunturale è molto intenso per i beni intermedi (+ 22,4%). Gli acquisti di energia (- 10,2%) e beni di consumo non durevoli (- 6,4%) sono invece in diminuzione.

Nel trimestre giugno-agosto 2020 rispetto al precedente, l'export segna un aumento del 25,9%, sintesi di incrementi diffusi a quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie, i piu marcati per beni di consumo durevoli (+ 85,1%) e beni strumentali (+ 43,5%).

Anche l'import registra un forte aumento congiunturale (+ 17,3%), con gli incrementi maggiori per beni di consumo durevoli (+ 70,7%) e beni strumentali (+ 31,3%).

Ad agosto 2020, la flessione tendenziale dell'export si amplia (- 11,7%; era - 8,1% a luglio) e, ancora diffusa a tutti i raggruppamenti, risulta più accentuata per energia (- 54,8%), beni di consumo durevoli (- 14,3%) e non durevoli (-1 1,8%). Rispetto all'export, l'import registra una contrazione più ampia ma in attenuazione (- 16,4%, da - 17,5% di luglio), determinata principalmente dal forte calo degli acquisti di energia (- 50,3%).

In aumento su base annua gli acquisti di beni intermedi (+ 9,7%) e beni di consumo durevoli (+ 7,5%). La stima del saldo commerciale ad agosto 2020 è pari a +3.272 milioni (era +3.039 milioni ad agosto 2019). Diminuisce l'avanzo nell'interscambio di prodotti non energetici (da + 6.220 milioni per agosto 2019 a + 4.882 milioni per agosto 2020).

Ad agosto 2020 l'export verso paesi Opec (- 27,5%), paesi Mercosur (-25,5%) e Russia (- 20,0%) è in forte calo su base annua. Aumentano le vendite verso la Cina (+ 4,8%).

Gli acquisti da Russia (- 41,2%), Turchia (-28,8%), Stati Uniti (- 24,7%) e Regno Unito (- 23,3%) registrano flessioni tendenziali molto più ampie della media delle importazioni dai paesi extra Ue27. In deciso aumento gli acquisti dai paesi Mercosur (+ 25,1%).

Ad agosto 2020, per l'area extra Ue, al netto del Regno Unito, si stima che l'export diminuisca dello 0,4% su base mensile e dell'11,8% su base annua. L'import registra un aumento sul mese (+ 5,4%) e un'ampia flessione sull'anno (- 16,0%). Il saldo commerciale è pari a +2.550 milioni (+ 2.326 milioni ad agosto 2019).

TN


24 Settembre 2020
Powered by Adon