Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234 5
6 7 891011 12
1314 15 16 17 18 19
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SENATO

Commissione Lavoro, previdenza sociale (Dai Resoconti della Settimana)


212ª Seduta
Presidenza del Vice Presidente
CARBONE 

Intervengono, nell'ambito dell'affare assegnato, ai sensi dell'articolo 34, comma 1, e per gli effetti dell'articolo 50, comma 2, del Regolamento, per ANAR, Nicolò Montesi, per Riders Union Bologna, Maurilio Pirone, e, per Nidil Firenze Riders, Yiftalem Parigi e Federico Curcio.     

La seduta inizia alle ore 15,10.

SULLA PUBBLICITÀ DEI LAVORI  

Il presidente CARBONE comunica che, ai sensi dell'articolo 33, comma 4, del Regolamento, per la procedura informativa odierna sono state chieste l'attivazione dell'impianto audiovisivo, nonché la trasmissione su WebTV 5e canale YouTube 5 del Senato e che la Presidenza del Senato ha fatto preventivamente conoscere il proprio assenso. In assenza di osservazioni, tale forma di pubblicità è dunque adottata per il prosieguo dei lavori. Avverte inoltre che della procedura informativa, con collegamento degli auditi in videoconferenza, sarà redatto il resoconto stenografico.

Prende atto la Commissione.

PROCEDURE INFORMATIVE 

Audizione di rappresentanti di ANAR, di Riders Union Bologna e di Nidil Firenze Riders in relazione all'affare assegnato riguardante ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid-19, azioni idonee a fronteggiare le situazioni di crisi e necessità di garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro (n. 453)   

Prosegue la procedura informativa, sospesa nella seduta antimeridiana del 23 settembre.

Il PRESIDENTE introduce l'audizione in titolo.

Intervengono in relazione ai temi dell'Affare assegnato, in rappresentanza delle rispettive organizzazioni, Nicolò MONTESI, Maurilio PIRONE, Federico CURCIO e Yiftalem PARIGI.

Hanno successivamente la parola per esprimere considerazioni e porre quesiti la senatrice FEDELI (PD), il senatore SERAFINI (FIBP-UDC)  e la senatrice TOFFANIN (FIBP-UDC).

Seguono gli interventi in replica di Nicolò MONTESI, Maurilio PIRONE e Yiftalem PARIGI.

La senatrice TOFFANIN (FIBP-UDC) interviene brevemente per una precisazione.     

Il PRESIDENTE dichiara infine conclusa l'audizione.

Il seguito della procedura informativa è quindi rinviato.

IN SEDE CONSULTIVA 

(1970) Conversione in legge del decreto-legge 7 ottobre 2020, n. 125, recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020

(Parere alla 1a Commissione. Seguito e conclusione dell'esame. Parere favorevole)

Prosegue l'esame, sospeso nella seduta del 14 ottobre.

Nessuno chiedendo la parola, il presidente CARBONE (IV-PSI), in qualità di relatore, propone di esprimere parere favorevole sul provvedimento.

Verificata la presenza del prescritto numero legale, la proposta di parere è posta in votazione, risultando approvata a maggioranza.

(1944) Deputati Laura BOLDRINI e Romina MURA.  -  Ratifica ed esecuzione della Convenzione dell'Organizzazione internazionale del lavoro n. 190 sull'eliminazione della violenza e delle molestie sul luogo di lavoro, adottata a Ginevra il 21 giugno 2019 nel corso della 108ª sessione della Conferenza generale della medesima Organizzazione, approvato dalla Camera dei deputati

(Parere alla 3a Commissione. Seguito e conclusione dell'esame. Parere favorevole)

Prosegue l'esame, sospeso nella seduta del 14 ottobre.

La relatrice FEDELI (PD) formula una proposta di parere favorevole.

Previa verifica della presenza del numero legale per deliberare, la Commissione approva all'unanimità la proposta di parere.

ESAME DI PROGETTI DI ATTI LEGISLATIVI DELL'UNIONE EUROPEA 

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro (COM(2020) 571 definitivo)

(Seguito e conclusione dell'esame, ai sensi dell'articolo 144, commi 1 e 6, del Regolamento, del progetto di atto legislativo dell'Unione europea. Approvazione della Risoluzione: Doc. XVIII, n. 20)

Prosegue l'esame, sospeso nella seduta del 14 ottobre.

Il relatore AUDDINO (M5S) pone preliminarmente in evidenza l'urgenza e la necessità di adeguare la normativa europea in materia di protezione dei lavoratori da agenti cancerogeni quali acrilonitrile, composti del nichel e benzene. Specifica inoltre l'entità marginale dell'impatto sul sistema produttivo della proposta di direttiva in esame. Presenta quindi uno schema di risoluzione, il cui testo è pubblicato in allegato.

Verificata la presenza del prescritto numero legale, lo schema di risoluzione viene posto in votazione.

La Commissione, a maggioranza, approva.

SCONVOCAZIONE DELLE SEDUTE DI DOMANI  

Il presidente CARBONE avverte che, in considerazione dell'andamento dei lavori, le sedute della Commissione già convocate alle ore 10 e 14,30 di domani, mercoledì 21 ottobre, non avranno luogo.

La Commissione prende atto.

La seduta termina alle ore 16,05.

RISOLUZIONE APPROVATA DALLA COMMISSIONE SUL PROGETTO DI ATTO LEGISLATIVO DELL'UNIONE EUROPEA N. COM (2020) 571 DEFINITIVO (Doc. XVIII, n. 20)

L’11a Commissione permanente, esaminato il provvedimento in titolo, apprezzate le finalità del provvedimento, che rafforza la protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro fissando nella direttiva 2004/37/CE nuovi valori limite di esposizione agli agenti cancerogeni o mutageni, alla luce delle informazioni disponibili compresi i nuovi dati scientifici e tecnici. Su tali basi, sono aggiunte all'allegato III due nuove sostanze, ampliando così l'elenco dei valori limite vincolanti dell'UE; in particolare, si propone di adottare misure specifiche al fine di fissare valori limite per quanto concerne l'acrilonitrile e i composti del nichel e di rivedere il valore limite diesposizione professionale per il benzene; 

premesso che oltre a questi limiti di esposizione professionale, si propone di aggiungere nell'allegato III una nota relativa alla penetrazione cutanea per l'acrilonitrile nonché una nota relativa alla sensibilizzazione cutanea e delle vie respiratorie per i composti del nichel e che è stata mantenuta la nota esistente relativa alla penetrazione cutanea per il benzene;

valutato che l'iniziativa potrebbe comportare costi più elevati per le imprese ma che tuttavia gli investimenti nelle misure di protezione consentiranno alle imprese di evitare i costi relativi all'assenza del personale e alla riduzione della produttività che potrebbero essere altrimenti causate da problemi di salute;

atteso che la proposta non prevede regimi agevolati per le microimprese o le piccole e medie imprese che non sono esonerate dall'obbligo di eliminare o ridurre al minimo i rischi; che per molti degli agenti cancerogeni contemplati dalla presente iniziativa vigono già OEL a livello nazionale, benché differiscano da uno Stato membro all'altro; che le aziende che utilizzano l'acrilonitrile sono per lo più imprese di grandi dimensioni, mentre un'ampia percentuale delle industrie che si occupano di composti del nichel e benzene sono PMI; che solo un numero esiguo di PMI interessate dall'uso di composti del nichel potrebbe incontrare difficoltà nel conformarsi all'opzione prescelta e che per tale motivo, nel pacchetto delle opzioni prescelte sono stati inseriti periodi transitori;

considerato che la fissazione di limite di esposizione professionale a livello dell'UE per l'acrilonitrile e per i composti del nichel non comporterà rilasci più elevati nell'ambiente e non avrà alcun impatto e che per quanto riguarda il benzene, l'abbassamento dell'attuale OEL a livello dell'UE addirittura ridurrà le emissioni diffuse e fuggitive in alcuni settori;

visto che è poco probabile che l'introduzione di nuovi valori limite nella direttiva avrà un'incidenza sui costi complessivi delle visite ispettive e che l'esistenza degli OEL agevola il lavoro degli ispettori in quanto, introducendo livelli massimi di esposizione, fornisce loro uno strumento utile per i controlli di conformità;

considerato, infine, che l'iniziativa avrà conseguenze positive sulla concorrenza nel mercato unico, riducendo le differenze a livello di concorrenza tra aziende che operano in Stati membri aventi OEL nazionali diversi e garantendo maggiore certezza riguardo al limite di esposizione applicabile in tutta l'UE;

esprime, per quanto di competenza, parere favorevole.

Riunione n. 59
MARTEDÌ 20 OTTOBRE 2020
Presidenza del Vice Presidente
CARBONE 
                 

Orario: dalle ore 16,30 alle ore 17,25

AUDIZIONE INFORMALE IN VIDEOCONFERENZA SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1338 (DELEGA SEMPLIFICAZIONE E CODIFICAZIONE IN MATERIA DI LAVORO)  


21 Ottobre 2020
Powered by Adon