Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234 5
6 7 891011 12
1314 15 16 17 18 19
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SPETTACOLO

Sindacati, un errore chiudere teatri e sale cinematografiche


È un errore chiudere teatri e sale cinematografiche, luoghi che avevano garantito le misure contro i contagi e la protezione della salute a lavoratori e spettatori. Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil rispondono così al Dpcm varato dal governo che impone nuove misure restrittive per contrastare la pandemia da Covid-19 che colpiscono lavoratrici e lavoratori dello spettacolo. “Il settore, obbligato dall’inizio della crisi a fermarsi, deve subire un altro brusco stop che non comprendiamo – affermano i sindacati -, soprattutto perché le misure imposte non consentivano il ritorno alla normalità, e comunque davano spazio, a nostro avviso, a un aumento della capienza, ove possibile, mantenendo le condizioni di sicurezza”.

Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil chiedono quindi al governo di ripristinare l’operatività del settore, perché in questi mesi molti teatri sono rimasti inattivi e diverse sale cinematografiche hanno definitivamente chiuso. “Il comparto ha la necessità di essere sostenuto - aggiungono -, per avere una reale ripartenza e una prospettiva futura. Nel frattempo è necessario garantire un sostegno certo ai lavoratori. In troppi non hanno ancora ricevuto le indennità promesse”.

Tali argomenti sono il motivo della manifestazione nazionale, che si svolgerà a livello nazionale il 30 ottobre e alla quale parteciperanno, nel rispetto delle misure anti-Covid, tutti i lavoratori dello spettacolo.

TN


26 Ottobre 2020
Powered by Adon