Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234 5
6 7 891011 12
1314 15 16 17 18 19
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CARBURANTI

Gestori carburante: margini da fame, prosegue lo sciopero


Arrivati all’8 giorno di sciopero, i gestori di carburante continuano la loro lotta contro il “caporalato petrolifero”. L’Associazione Nazionale Gestori Autonomi Carburanti (ANGAC) e la quarta confederazione sindacali italiana Confsal denunciano la situazione “oramai gravissima e non più sopportabile, occorre ridare dignità ai lavoratori – sottolineano le parti sociali - un vero e proprio sfruttamento: i gestori, oggi, lavorano con margini da fame di circa 3 centesimi di euro lordi al litro pari a una redditività di 2 euro all’ora ossia 500 euro al mese.”

Il sottosegretario di Stato al Ministero dello sviluppo economico, Alessandra Todde ha comunicato la propria disponibilità a un incontro “della quale si è ancora in attesa.”

“I gestori però – proseguono - non potranno ancora aspettare per molto, il dimezzamento del margine di guadagno, l’imposizione di prezzi discriminatori, l’abuso di posizione dominante e dipendenza economica hanno ridotto un’intera categoria a livelli di indigenza. Sui gestori vengono solo scaricate responsabilità e costi, mentre i guadagni sono al di sotto di una sogna dignitosa portando addirittura molti all’ardua scelta di chiudere la propria attività.”

Angac e Confsal sperano in un tavolo di confronto con il Governo che possa portare a un risvolto positivo per una categoria “che è stata sfruttata e abbandonata per troppo tempo.”

E.G.


06 Novembre 2020
Powered by Adon