Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234 56 7
8910111213 14
151617181920 21
22232425262728
2930

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ENERGIA

Sindacati, pieno sostegno alla mobilitazione dei lavoratori di Enel


"Pieno sostegno alle ragioni della mobilitazione di oggi delle lavoratrici e dei lavoratori di Enel distribuzione, indetta dalle categorie di Cgil, Cisl e Uil". Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

"Quello di Enel - aggiunge il leader della Cgil - rappresenta un servizio pubblico e strategico per il Paese che deve essere salvaguardato e potenziato. Servono nuove assunzioni per garantire la sicurezza sul lavoro, ammodernare la rete e accelerare il processo di transizione verso l'energia da fonti rinnovabili".

"E` necessario inoltre - conclude il segretario generale della Cgil - fermare i processi di esternalizzazione in corso e garantire la valorizzazione delle competenze e professionalità del gruppo".

"Sostegno della Cisl allo sciopero di oggi dei lavoratori di Enel e Distribuzione che hanno garantito in questi mesi di emergenza questo fondamentale servizio al paese. Meritano rispetto. La riorganizzazione del comparto elettrico non si fa con le esternalizzazioni, penalizzando i lavoratori, la qualità e la sicurezza del servizio". Lo scrive su Twitter la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sullo sciopero di oggi di 4 ore dei lavoratori del comparto elettrico.

"La Uil sostiene la lotta dei lavoratori di e-distribuzione in sciopero a difesa di un servizio essenziale, dopo gli sforzi prodotti durante l`emergenza i lavoratori di Enel distribuzione continuano a vivere situazione di estrema difficoltà". Ad affermarlo è il leader della Uil, Pierpaolo Bombardieri.

"La grande adesione allo sciopero è un chiaro segnale di diniego al piano riorganizzativo aziendale. Adesso Enel rifletta", conclude.

TN


19 Novembre 2020
Powered by Adon