Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 45 678 9
101112131415 16
17 18 1920212223
242526 27 28 29 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Assoimmobiliare: riaprire subito i centri commerciali nei weekend


Confindustria Assoimmobiliare si unisce all`appello rivolto oggi al Governo dalle principali Associazioni di imprese per la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana già a partire da dicembre. La Presidente Silvia Rovere ha dichiarato: "Apprendiamo con rammarico che il prossimo Dpcm, al varo del Governo proprio in queste ore, non prevede la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana e nei giorni festivi. Non consentire ai cittadini di accedere ai negozi all`interno dei centri e delle gallerie commerciali avrà un impatto molto grave sull`intero comparto del commercio, con evidenti implicazioni anche in tema di sicurezza, perché inevitabilmente si andranno a creare assembramenti nelle vie delle città e nei centri storici, dove non è possibile garantire lo stesso livello di controllo e di tutela ad oggi presente all`interno dei centri commerciali, grazie all`applicazione di tutte le norme anti-Covid necessarie".

"Ricordiamo, inoltre, gli immobili dove si svolgono queste attività commerciali dovranno comunque sostenere una serie di costi fissi considerevoli (legati all`energia e alla sanificazione oltre che al mantenimento della sicurezza) senza contare il tema degli affitti e delle imposte patrimoniali, nonostante la significativa riduzione degli introiti - rilva Rovere - causata dalle chiusure imposte per decreto, fattore che non ha impedito agli operatori di impegnarsi in investimenti ingenti per il recepimento delle misure anti-contagio. Se il Governo dovesse confermare questo provvedimento, assisteremo inevitabilmente ad un grave impatto su tutte le filiere merceologiche e produttive, legate ai beni venduti nei centri commerciali, con conseguenze che stimiamo impossibili da ristorare anche dal punto di vista dei livelli occupazionali".

E.G.


03 Dicembre 2020
Powered by Adon