• Today is: sabato, Gennaio 28, 2023

Gruppo Mare cerca 25 ingegneri per affiancare la digital transformation delle pmi

redazione
Febbraio11/ 2021

Il Gruppo Mare, nato a Pomigliano d’Arco (Na) nel 2001 per offrire servizi innovativi alle piccole e medie imprese italiane e articolato in otto società attive in tre aree (Innovation Management, Digital Product e Engineering), potenzia la divisione Ricerca e Sviluppo con 25 nuove risorse, da inserire in organico nel corso del primo semestre 2021.

Si ricercano, in particolare, ingegneri (gestionali/informatici/ambientali/meccanici/aerospaziali), anche alla prima esperienza lavorativa. Il contratto di lavoro offerto è inizialmente a tempo determinato ma con buone possibilità di proroga e di trasformazione a tempo indeterminato. È  previsto un periodo di formazione interna per l’inserimento in azienda.

Oltre alle competenze specialistiche, saranno valutate le soft skills. In particolare: autonomia, capacità di problem solving e attitudine multitasking, gestione dello stress, team work e leadership, capacità di adattamento al contesto aziendale, propensione alla formazione continua. Costituirà titolo preferenziale la conoscenza della lingua inglese.

Tre le sedi di lavoro interessate dalla ricerca di personale: l’headquarter di Pomigliano d’Arco (Na) e le due nuovi sedi di Bari e Roma. Saranno privilegiate le candidature di under 30 e donne.

“Per il 2021 – commenta l’amministratore delegato del Gruppo Mare, Antonio Maria Zinno – puntiamo a consolidare la crescita del Gruppo, da sempre al fianco delle piccole e medie imprese alle prese con la sfida della digitalizzazione. Il nostro obiettivo è declinare le opportunità offerte dal piano Transizione 4.0 sulle esigenze di realtà produttive caratterizzate da piccole dimensioni ma ricche di potenzialità, agevolandone la competitività.

In questo contesto, – aggiunge Zinno – le risorse umane assumono un ruolo strategico. Siamo alla ricerca di giovani talenti, da inserire anche presso le nuove sedi inaugurate quest’anno a Roma e Bari”.

Le 25 risorse andranno ad aggiungersi alle 13 assunzioni già effettuate a gennaio, che hanno interessato le diverse divisioni di una della società del Gruppo: Mare Engineering. In questo caso, il potenziamento delle unità è stato dettato dalla necessità di offrire alla clientela il supporto e la consulenza adeguata per sfruttare al meglio la fase di rilancio che seguirà la crisi post-pandemica. Il percorso di inserimento è stato anticipato da un percorso di formazione legato alle tematiche dell’innovation management, con focus dedicati al project management dell’innovazione e alle tecnologia dell’Industria 4.0.

redazione