• Today is: lunedì, Gennaio 30, 2023

Riace, Filcams-Cgil: insieme per fermare la politica del razzismo

redazione
Ottobre15/ 2018

Sta assumendo contorni allarmanti, la politica anti migratoria del Ministro Salvini che ha ordinato la chiusura e lo smantellamento del “modello Riace”, il Comune calabrese simbolo dell’accoglienza, ed esperimento di integrazione fattiva per tanti migranti.

Dopo l’arresto di Mimmo Lucano, sindaco della città, da una settimana agli arresti domiciliari con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti, il Viminale ha revocato in toto il progetto per anomalie nella documentazione presentata dall’amministrazione locale e nel contempo ordinato il trasferimento in altre città dei cittadini migranti, seppur su base volontaria.

“Dobbiamo difendere e sostenere un modello di accoglienza e integrazione positivo in un territorio a rischio spopolamento, pur non nascondendo eventuali inadempienze” sono le parole di Maria Grazia Gabrielli, segretaria generale della Filcams Cgil Nazionale; “ma soprattutto dobbiamo difendere la nostra democrazia, i nostri valori e arginare, tutti insieme, questi continui attacchi e interventi mirati al restringimento delle libertà di tutti noi”.

“Il governo continua a seminare odio e razzismo, con provvedimenti sempre più aggressivi e pretestuosi, una comunicazione verbale populista e intollerante e costanti attacchi a tutto ciò che si caratterizza come “diverso”. Non possiamo più accettare e sottostare a questo tipo di narrazione soprattutto quando la stessa diviene iniziativa politica,” prosegue la segretaria “per questo difendiamo anche noi il modello Riace, un modello di integrazione positivo, e sosterremo tutte le forme di protesta democratiche e tutte le azioni messe in campo per arrestare questa deriva antidemocratica”.

redazione