• Today is: venerdì, Giugno 2, 2023

Sbarra (Cisl), chiederemo a Draghi misure per salvaguardareil potere di acquisto

redazione
Luglio25/ 2022

“Andremo all’incontro con questo obiettivo: individuare e condividere le misure di sostegno a lavoro, pensioni e famiglie da inserire nel nuovo decreto. L’inflazione schiaccia in modo pesante i redditi dei lavoratori e pensionati, occorre dare risposte ora e subito come ha sollecitato il presidente Mattarella, senza aspettare le elezioni di settembre”. E’ quanto sottolinea oggi il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra in una intervista al Messaggero, in vista dell’incontro con il premier Mario Draghi in agenda mercoledì 27 luglio alle 10.

“Chiederemo di adottare già dai prossimi giorni misure finanziare immediate per tutelare e salvaguardare il potere di acquisto dei lavoratori e pensionati”, con “la proroga e l’estensione del bonus 200 euro alle fasce escluse, la conferma strutturale del taglio sulle accise dei carburanti e degli sconti in bolletta, un controllo più efficace di prezzi e tariffe, fringe benefit detassati fino a mille euro e, per le fasce deboli, acquisti in esenzione iva per beni di largo consumo alle famiglie in difficoltà”.

Sbarra ha ricordato che “bisogna rinnovare i contratti pubblici e privati, detassare i frutti della contrattazione di secondo livello, incentivare gli accordi di produttività e di welfare. E poi dobbiamo discutere di un taglio forte e strutturale del cuneo fiscale sul lato lavoro per alzare il netto in busta paga, nella parte fiscale e non contributiva-previdenziale”. Per le risorse, ha chiosato, “si può innalzare il prelievo sull’extraprofitto delle aziende energetiche ed estenderla anche alle multinazionali della logistica e delle piattaforme digitali. Si deve poi redistribuire totalmente l`extra gettito dell’Iva e canalizzare, vincolandolo alla riduzione delle tasse, tutto ciò che viene recuperato dalla lotta all’evasione”.

E.G.

redazione