• Today is: mercoledì, Febbraio 1, 2023

Istat, da febbraio – 500mila occupati e + 400mila disoccupati

redazione
Luglio02/ 2020

Da febbraio 2020 il livello di occupazione è diminuito di oltre mezzo milione di unità e le persone in cerca di lavoro di quasi 400 mila, a fronte di un aumento degli inattivi di quasi 900 mila unità. Lo ha reso noto l’Istat che ha diffuso le stime preliminari su occupati e disoccupati a maggio.

L’effetto sui tassi di occupazione e disoccupazione è la diminuzione di oltre un punto percentuale in tre mesi. Confrontando il trimestre marzo-maggio 2020 con quello precedente (dicembre 2019-febbraio 2020), l’occupazione risulta in evidente calo (- 1,6%, pari a – 381mila unità) per entrambe le componenti di genere. Diminuiscono nel trimestre anche le persone in cerca di occupazione (- 22,3% pari a – 533mila), mentre aumentano gli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+ 6,6% pari a + 880mila unità).

A maggio continua il calo dell’occupazione in Italia. La diminuzione dell’occupazione su base mensile (- 0,4% pari a – 84mila unità) coinvolge soprattutto le donne (- 0,7% contro ¬ 0,1% degli uomini, pari rispettivamente a – 65mila e – 19mila), i dipendenti (- 0,5% pari a – 90mila) e gli under50 mentre aumentano leggermente gli occupati indipendenti e gli ultracinquantenni. Nel complesso il tasso di occupazione, secondo le stime provvisorie dell’Istat, scende al 57,6% (- 0,2 punti percentuali).

Il calo congiunturale dell’occupazione determina una flessione rilevante anche rispetto al mese di maggio 2019 (- 2,6% pari a – 613mila unità), che coinvolge entrambe le componenti di genere, i dipendenti temporanei (- 592mila), gli autonomi (- 204mila) e tutte le classi d’età; le uniche eccezioni risultano essere gli over50 e i dipendenti permanenti (+ 183mila). Il tasso di occupazione scende in un anno di 1,5 punti.

E.G.

redazione