• Today is: mercoledì, Febbraio 1, 2023

Mannone (Fns-Cisl), aprire un confronto per il rinnovo contrattuale

redazione
Febbraio22/ 2019

“Ieri come Fns-Cisl, la Federazione nazionale della Sicurezza della Cisl, con gli altri sindacati di polizia e di polizia penitenziaria, abbiamo richiesto al Presidente del Consiglio, Conte, al Ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, al Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede ed al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, l’apertura immediata del tavolo contrattuale per definire la coda normativa relativa all’accordo dello scorso anno per il rinnovo del contratto di lavoro delle Forze di Polizia e per la nuova area dirigenziale in modo da far cessare le ingiuste e perduranti sperequazioni che si stanno consumando ai danni delle donne e degli uomini in uniforme”. Lo dichiara in una nota il Segretario Generale della Fns Cisl, Pompeo Mannone.

“Le risorse sino ad ora messe a disposizione per il triennio contrattuale 2019 – 2021 corrispondono ad un aumento medio lordo pari a circa 18 euro netti e basteranno appena per la copertura dell’indennità di vacanza contrattuale. Ecco perché richiediamo ulteriori stanziamenti. Nella lettera abbiamo segnalato anche la mancata attuazione di fondamentali istituti per il sostegno della genitorialità, regolarmente già riconosciuti a tutto il resto del pubblico impiego ed i profili relativi alla tutela della salute e dei rischi professionali in genere. Inoltre segnaliamo come paradossale la situazione nella quale si vengono a trovare gli appartenenti alla neo istituita area negoziale dirigenziale, per i quali il nuovo inquadramento, in assenza di un confronto che porti alla definizione del primo contratto di lavoro, sta comportando una significativa sperequazione economica. Sollecitiamo anche la prosecuzione e la conclusione del confronto in relazione all’ipotesi di decreto legislativo per le disposizioni integrative in materia di revisione dei ruoli del personale delle Forze di Polizia nonché correttive del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, con l’auspicio di poter addivenire alla promulgazione del testo definitivo entro il mese di giugno prossimo, così da consentire eventuali e successivi correttivi formali entro i tempi di esercizio della delega”.

TN

redazione